FARO D.O.C.

PRODOTTI TIPICI SICILIANI

FARO D.O.C.

DOC

CONDIVIDI:

RICONOSCIMENTO DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DEI VINI:

Riconoscimento della denominazione di origine controllata del vino «Faro» ed approvazione del relativo disciplinare di produzione – D.P.R. 3 dicembre 1976.

La denominazione di origine controllata «Faro» è riservata al vino rosso che risponde alle condizioni ed ai requisiti stabiliti nel presente disciplinare di produzione.

PIATTAFORMA AMPELOGRAFICA:

 Il vino «Faro» deve essere ottenuto dalle uve provenienti dai seguenti vitigni presenti nei vigneti: ‘Nerello Mascalese’ 45-60%; ‘Nocera’ 5-10%; ‘Nerello Cappuccio’ 15- 30%. Possono concorrere da sole o congiuntamente, fino ad un massimo del 15 %, le uve provenienti dai vitigni: ‘Calabrese’ (‘Nero d’Avola’), ‘Gaglioppo’ (‘Montonico Nero’) e ‘Sangiovese’.

ZONA DI PRODUZIONE:

 Le uve destinate alla produzione del vino «Faro» debbono essere prodotte nel territorio del comune di Messina.

CARATTERISTICHE AL CONSUMO:

 Il vino «Faro» deve essere sottoposto ad un periodo di invecchiamento obbligatorio di almeno un anno. Il periodo di invecchiamento obbligatorio decorre dal 1° novembre dell’anno della vendemmia.

I VINI DEVONO RISPONDERE, ALL’ATTO DELL’IMMISSIONE AL CONSUMO ALLE SEGUENTI RISPETTIVE CARATTERISTICHE:

colore: rosso rubino più o meno intenso tendente al rosso mattone con l’invecchiamento;

odore: delicato, etereo, persistente;

sapore: secco, armonico, di medio corpo caratteristico;

gradazione alcolica minima complessiva: gradi 12;

acidità totale minima: 5 per mille;

estratto secco netto minimo: 22 per mille.

Qualora il vino «Faro» sia contenuto in bottiglie di capacità compresa tra litri 0,360 e litri 1,500, le medesime dovranno essere di tipo «bordolese» o «borgognona» e per la loro chiusura è vietato l’impiego di tappi a corona o di capsule a strappo analoghe al tappo a corona. È consentita l’indicazione in etichetta della annata di produzione delle uve purché veritiera e documentabile. È vietata l’aggiunta di qualsiasi qualificazione aggiuntiva ivi compresi gli aggettivi «superiore», «extra», «fine», «scelto», «selezionato» e similari. È tuttavia consentito l’uso di indicazioni che facciano riferimento a nomi, ragioni sociali, marchi privati non aventi significato laudativo e non idonei a trarre in inganno l’acquirente. È consentito altresì l’uso di indicazioni geografiche e toponomastiche che facciano riferimento a frazioni, aree, fattorie, zone e località comprese nella zona delimitata di produzione.

ALTRI PRODOTTI TIPICI SICILIANI

POMODORO DI PACHINO I.G.P.

foodtoursicily

Nessun Commento

CAROTA NOVELLA DI ISPICA I.G.P.

foodtoursicily

Nessun Commento

VUCCIDDATI DI MANDORLE P.A.T.

foodtoursicily

Nessun Commento

VINU COTTO E MUSTAZZOLI P.A.T.

foodtoursicily

Nessun Commento

LE RICETTE SICILIANE

CARDI IN PASTELLA

foodtoursicily

Nessun Commento

CAVOLFIORI IN PASTELLA CON UOVA

foodtoursicily

Nessun Commento

CUBBAITA

foodtoursicily

Nessun Commento

AMARETTI

foodtoursicily

Nessun Commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FOOD TOUR SICILY

  •   Via Della Resistenza
    92026 Favara (AG)

  •    Mobile: +39 366 3066216

  •    Mail: info@foodtoursicily.it


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
         

CHI SIAMO

Primo sito in assoluto che si occupa di rispondere alle richieste di informazione, assistenza e accoglienza turistica siciliana.

I NOSTRI PARTNER

FOOD TOUR SICILY|P.Iva 02800230845

Per favore attendi...

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per conoscere tutte le nostre News e godere dei vantaggi delle nostre offerte esclusive...